cucine roma arredamenti pignataro, arredamenti pignataro arredare casa non è caro più valore al tuo denaro

Arredo Interno,Magazine

Come abbinare i colori nell’arredamento

La scelta dei colori per il proprio arredamento può risultare molto complicata; i colori e le loro possibili combinazioni sono veramente tante ed è facile quindi confondersi.
Per scegliere i giusti colori può essere dunque necessario seguire una serie di piccole regole e consigli che potranno risultare molto utili.
In seguito sarà possibile leggere alcune di queste idee e al termine dell’articolo si potrà avere una panoramica chiara per riuscire ad abbinare i colori del proprio arredamento nel miglior modo possibile e secondo i propri gusti.

Regola delle percentuali (60-30-10)

La prima fondamentale regola da seguire è quella di utilizzare al massimo tre diverse tonalità ben distribuite. Infatti è fondamentale utilizzare un colore che risulti prevalente, un altro minoritario e uno che va utilizzato solo per qualche tocco. Una tecnica molto utile in questo caso potrebbe essere quella basata sulle percentuali di utilizzo dei colori. In particolare questa regola prevede l’utilizzo del colore prevalente per circa il 60% (incluso il colore della parete e del pavimento). Il colore secondario dovrà invece avere una percentuale pari al 30%, utile a contrastare il colore principale e a creare profondità nella stanza. Infine il restante 10% dovrà essere dedicato al colore d’accento che permette di mettere maggiore contrasto all’intera combinazione di colori. Un esempio di questa regola potrebbe essere un arredamento composto per il 60% da grigio, come colore principale, il 30% di azzurro, come secondario e come colore d’accento il rosa (10%).

Cerchio cromatico

Un altro metodo molto utile può essere quello di utilizzare il cerchio cromatico. Questa tecnica consiste in una ruota formata da colori primari, ovvero blu, giallo e rosso, colori secondari, cioè quelli nati dalla combinazione di due colori primari e infine i terziari, ottenuti dalla mescolanza tra un colore primario e uno secondario. In questo caso invece un esempio per il proprio arredamento potrebbe essere il 60% di verde, il 30% di giallo-verde e il 10% di giallo.

Contrasti

Uno dei metodi più utilizzati per l’abbinamento dei colori nell’arredamento è quello dei contrasti. I chiaroscuri si possono ottenere in vari modi, dal contrasto tra bianco e nero, ma anche con tinte di diverse. È possibile anche combinare due colori complementari come il giallo e il viola piuttosto che il rosso e verde. Tuttavia possono dare ottimi risultati anche combinazioni di tinte calde come giallo, arancione e rosso con tinte fredde come l’azzuro, il porpora e il verde, in questo modo sarà possibile creare un ambiente accogliente ed equilibrato.

Effetto sulla psicologia

La scelta dei colori può essere particolarmente importante anche per il proprio umore. La cromoterapia è una medicina alternativa che tramite l’uso di colori permette di agire sul proprio benessere psicofisico. Un colore efficace e scelto bene può avere quindi anche impatti psicologici.
Scegliere colori rilassanti può essere ad esempio ideale per ambienti come la stanza da letto. Il blu e l’oro, se abbinati, possono regalare sensazioni di calma e pace, molto utile per riposare nel migliore dei modi. Per le camerette dei bambini invece può essere adatto la combinazione arancio e rosa.
Per la cucina poi tinte come l’arancione possono risultare perfette per favorire l’appetito mentre per il salotto possono invece andare bene tinte neutre. Infine, per l’ingresso, per dare una sensazione di maggiore accoglienza per chi arriva può essere ideale utilizzare per il proprio arredamento il colore petrolio.

Luce solare e percezione dello spazio

I fattori che influenzano la scelta dell’abbinamento dei colori dell’arredamento sono anche la luce naturale che penetra negli ambienti. In questi casi sono da evitare le tonalità scure, che possono invece andare molto bene negli ambienti molto illuminati. Per questi tipi di ambienti infatti possono essere ideali tinte fredde che possono contribuire a rinfrescare la stanza. Per le stanze esposte ad ovest possono invece andare bene tinte neutri con toni freschi, ideali per contrastare il rossastro della luce del tramonto. Per l’arredamento delle stanze esposte ad est invece sono ideali tonalità neutre come avorio o beige.
Inoltre i colori dell’arredamento possono anche modificare notevolmente la percezione dello spazio di una stanza. Per cui ad esempio, per rendere un ambiente piccolo più grande possono essere adatti colori chiari mentre colori più scuri possono avere l’effetto contrario.

Post precedente: Post successivo:
x

Su questo sito si utilizzano cookie per migliorare i servizi e l'esperienza dei visitatori. Proseguendo con la navigazione accetti l'impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy. Scoprine di più qui

Acquista il tuo arredamento online.