cucine roma arredamenti pignataro, arredamenti pignataro arredare casa non è caro più valore al tuo denaro

Magazine

Materassi: quale scegliere tra lattice e in memory foam

Dormire bene è fondamentale, ed è un’abitudine che può davvero migliorare la qualità della vita. Per farlo, oltre a seguire uno stile di vita sano, è fondamentale scegliere il materasso giusto.

Sul mercato oggi ci sono diversi modelli di materasso, ma tra i più popolari figurano senza dubbio il materasso in lattice e quello in memory foam.

Ma quali sono le differenze tra i due, e quale materasso scegliere tra lattice e memory foam?

Materassi in lattice: caratteristiche

Un modello di materasso molto popolare è quello realizzato in lattice. Il lattice è un materiale estremamente elastico. Nella realizzazione di materassi viene utilizzato nella sua forma naturale, ma anche in variante artificiale. Il lattice naturale è tendenzialmente più morbido, mentre quello artificiale generalmente è più resistente.

Che si tratti di lattice naturale o artificiale, un materasso prodotto con questo materiale sarà poco deformabile e piuttosto resistente. Ma vediamo nel dettaglio quali sono le caratteristiche di un materasso in lattice.

    • Elasticità: accennavamo all’elasticità naturale del lattice. Grazie a questa caratteristica, la postura del corpo durante il sonno sarà sempre ottimale. Il lattice infatti tenderà a contrapporre una certa forza al peso del corpo, adattandosi quindi in modo perfetto a corporature di peso e costituzione differenti.
    • Materiale antibatterico, antiacaro, ipoallergenico: Non è un caso che il lattice sia il materiale con cui vengono realizzati i guanti utilizzati in ospedali e centri medici. Il lattice è infatti un materiale estremamente igienico, con caratteristiche che lo rendono efficace contro batteri e acari della polveri. È inoltre quasi privo di sostanze che possano scatenare reazioni allergiche.
    • Materiale traspirante: Un’altra caratteristica positiva dei materassi in lattice è la loro capacità di traspirazione. Un materiale di questo tipo è perfetto per chi vive in ambienti particolarmente caldi. Un materasso in lattice infatti rimane sempre fresco e impedisce al corpo di sudare in modo eccessivo.

Il materasso in lattice, a differenza di materassi realizzati in altri materiali, richiede però un’attenta manutenzione. Il lattice infatti è un materiale che soffre in modo particolare in ambienti umidi, a causa della sua esposizione a possibili attacchi di funghi o muffe. Per questo motivo i materassi in lattice dovranno essere puliti spesso, e non sono indicati per ambienti in cui gli sbalzi di temperatura sono all’ordine del giorno.

Materassi in memory foam: caratteristiche

Un’alternativa al materasso in lattice è senza dubbio il materasso in memory foam. Il memory foam è una schiuma realizzata negli anni ‘60 addirittura dai ricercatori della NASA, che all’epoca stavano lavorando su un materiale che garantisse la massima comodità ai propri astronauti. Oggi è utilizzato anche per realizzare materassi con caratteristiche specifiche, vediamo quali sono.

    • Materiale avvolgente: a differenza del lattice, che con la sua grande elasticità si mantiene più rigido, il materasso in memory foam tende ad accogliere il corpo, quasi come se lo avvolgesse. È una sensazione che può regalare grande comfort.
    • Materiale sensibile al calore: il memory foam è un materiale sensibile al calore e al variare della temperatura. Grazie a questa caratteristica ha la capacità di adattarsi al corpo e ai suoi movimenti.
    • Materiale antiacaro e antiallergico: Anche il memory foam, come il lattice, ha caratteristiche che lo rendono un materiale particolarmente igienico e sicuro per l’individuo con tendenza a sindromi allergiche.

Quindi quale materasso scegliere?

Materassi in lattice e in memory foam: quale scegliere

Quando ci si trova a decidere tra un materasso in lattice e un materasso in memory foam, non esiste una risposta che vada bene per tutti. I fattori da tenere in considerazione sono diversi.

    • Risposta al peso del corpo: Come accennavamo, il lattice e il memory foam rispondono alla pressione e al peso del corpo in modi differenti. Se si predilige una superficie più elastica e meno deformabile, la scelta dovrà ricadere sul lattice. Se invece si preferisce un materiale che si adatti alla forma e al peso del corpo, e che crei una specie di calco capace di accogliere come un rifugio, allora la scelta migliore sarà sicuramente un materasso in memory foam.
    • Naturale o artificiale: Chi ha intenzione di orientarsi verso un materiale naturale, dovrà necessariamente rivolgersi ai materassi in lattice naturale. Il memory foam infatti non è un materiale esistente in natura.
    • Resistenza all’umidità: Per chi ha bisogno di utilizzare il materasso in un ambiente particolarmente umido o con frequenti sbalzi di temperatura, il memory foam sarà il materiale più adatto. Infatti il lattice soffre in ambienti di questo genere.
    • Facilità di manutenzione: Il lattice è un materiale più sensibile, che richiede una cura maggiore rispetto al memory foam. Se si cerca un materiale che non necessiti di particolare manutenzione, meglio orientarsi sul memory foam.

In entrambi in casi comunque, è bene orientarsi su prodotti di qualità, anche a fronte di una spesa maggiore. Passiamo circa un terzo della giornata a dormire, ed è fondamentale che il materasso su cui lo facciamo, che sia in lattice o in memory foam, sia quello giusto per noi.

Post precedente: Post successivo:
x

Su questo sito si utilizzano cookie per migliorare i servizi e l'esperienza dei visitatori. Proseguendo con la navigazione accetti l'impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy. Scoprine di più qui

Acquista il tuo arredamento online.