cucine roma arredamenti pignataro, arredamenti pignataro arredare casa non è caro più valore al tuo denaro

Arredo Interno,Magazine

Cucine componibili: come e quando possono essere utili

La cucina può essere considerata un vero e proprio regno della casa, avere una cucina confortevole e ben arredata è molto importante per poter sfruttare al massimo le sue potenzialità e non privarsi di tutte le comodità.
Comporre la cucina perfetta non è semplice, bisogna avere le giuste competenze che molte volte può offrirci solo un vero esperto. Per comporre una giusta cucina, partendo da zero, non basta sapere solo dove si trovano gli attacchi del gas o dell’acqua ma bisogna considerare anche il volume dei mobili per un fattore funzionale ma anche per un fattore estetico.
Di solito chi sceglie una cucina componibile è perché ha poco spazio e non può permettersi una cucina a misura standard per cui vuole sfruttare al meglio ogni centimetro, in questo articolo spiegheremo pochi passi per sviluppare una cucina componibile, ma allo stesso tempo funzionale.

4 Consigli per una perfetta cucina componibile

Analizzare con attenzione gli spazi; come prima cosa bisogna essere in possesso di tutte le misure del nostro spazio per decidere la soluzione migliore da adottare. Essere a conoscenza di tutti gli spazi ci permetterà di poter scegliere anche gli elettrodomestici giusti e poter sviluppare una composizione semplice ma efficiente ed evitare di fare acquisti scomodi.
Visionare gli impianti; dopo aver preso tutte le misure necessarie bisogna prendere anche le misure di tutti gli impianti per la pianificazione di tutti gli elementi della nostra cucina soprattutto per quanto riguarda gli elettrodomestici che saranno difficili da sposare poi in un secondo momento.
Bilanciamento tra design, budget e efficacia; Quando si è alle prese con la progettazione di una cucina componibile si può inciampare in spese eccessive e fuori portata per cui è giusto che ci sia un filo conduttore tra le nostre idee, il nostro spazio e soprattutto il budget a disposizione. Per stabilire un budget bisogna individuare le nostre esigenze, se la cucina è un ambiente che sfruttiamo di più è bene concentrarsi di più sul pratico rispetto l’estetica, viceversa se la cucina è un ambiente a noi più ostile. Una volta fissato il nostro budget, l’ideale è sperimentare più soluzioni per la nostra cucina e poi scegliere quella che più si avvicina ai nostri bisogni. Sarebbe utile anche scrivere una vera e propria lista dei desideri per avere le idee chiare degli elementi che dovranno essere presenti, a tutti i costi, nella vostra prossima cucina.
Posizionamento elettrodomestici; È importante seguire alcune piccole regole e accorgimenti come ad esempio il posizionamento del lavello e dei fornelli, sarebbe opportuno posizionarli vicino per averli vicino nella preparazione dei cibi.

Arredare uno spazio piccolo

Anche se si ha uno spazio piccolo è giusto non rinunciare a nulla, con le cucine componibili si può avere un piccolo spazio e tutti i comfort.
Con uno spazio piccolo è più indicata una cucina lineare piuttosto che una cucina ad angolo o con l’isola, sarebbe più giusto disporre tutto su un’unica parete e se la cucina comunica con la zona soggiorno è consigliabile usare lo stesso stile di arredamento.
Negli spazi piccoli possiamo optare per una composizione di mobili multi-funzionanti che possono contenere in poco spazio sia gli utensili sia gli elettrodomestici sfruttando così anche i volumi e l’area a disposizione.
Se lo spazio in orizzontale è relativamente poco sarebbe ideale sfruttare l’altezza soprattutto per i mobili pensili, l’obiettivo è quello di mettere giusto il minimo con mobili multi-funzionali che sfruttano vari ripiani.
Sembra banale ma la giusta luce negli spazi piccoli può far sembrare la nostra stanza più ampia così da rendere l’ambiente più accogliente.
Lo stile che si consiglia per arredare i piccoli spazi è sicuramente lo stile molto minimalista, che tra l’altro è il design più avvincente e più scelto negli ultimi anni, le linee di questo stile lo contraddistinguono ed è ideale per creare combinazioni funzionali di colori sia chiari che scuri.

Numeri e dimensioni

I numeri delle cucine componibili sono pressoché standard, il piano di lavoro deve essere alto circa 80/90cm anche se può variare a seconda della zoccolatura e del design della cucina.
La distanza tra i mobili pensili e i mobili che vanno appoggiati a terra deve essere di circa 50-55cm quindi i mobili pensili andrebbero montati ad un’altezza di 145/147cm da terra.
Cucinare in piedi avanti ad un piano troppo basso ci porterà ad assumere posizioni molto faticose ed è per questo che la cucina va anche calibrata a seconda della nostra statura. L’ergonomia è molto importante, ossia la profondità dei piani da lavoro e il volume dei mobili devono essere studiati con cura da un esperto affinché il lavoro in cucina non risulti faticoso e stancante.
Se si sceglie una cucina componibile a isola e quindi il piano cottura e il lavello avranno una posizione separata, per essere comodi le dimensioni devono essere di circa 100/120cm x 350cm.

Post precedente: Post successivo:
x

Su questo sito si utilizzano cookie per migliorare i servizi e l'esperienza dei visitatori. Proseguendo con la navigazione accetti l'impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy. Scoprine di più qui

Acquista il tuo arredamento online.