cucine roma arredamenti pignataro, arredamenti pignataro arredare casa non è caro più valore al tuo denaro

Arredo Interno,Magazine

Letti in ferro battuto: come scegliere i migliori

Il letto è l’alcova per eccellenza, dove trascorriamo un terzo della nostra vita ed è importante tanto quanto il mezzo con cui ci si reca al lavoro, come gli utensili in cucina con cui prepariamo pranzo e cena.
Scegliere quale sia la sua struttura è un bisogno ponderato che coniughi funzionalità e design, così da poter esplicitare la propria personalità in ogni singolo dettaglio.

Letto in ferro battuto: sicurezza intramontabile

Una delle certezze dello stile è il letto in ferro battuto: questo materiale ha bisogno di una lavorazione lunga e laboriosa ed è particolarmente resistente nel tempo.
Questo materiale, applicato all’intero di un qualsiasi concetto di design, ha un effetto prorompente nell’impatto della visuale della stanza da letto da quando è stato utilizzato per avere questa funzione.
Sì, esistono modelli tradizionali e pieni di fronzoli, che avevano un successo più ampio e ricco di consenso qualche anno fa, ma ad oggi vi sono anche quelli dalle linee più semplificate, per dare maggiore importanza ad una geometria precisa.

Come scegliere il miglior letto in ferro battuto: cosa considerare

Per poter procedere con l’acquisto del letto in ferro battuto, bisogna innanzitutto rifarsi allo stile d’arredo circostante: un ambiente classico cercherà un design rotondo, pieno di dettagli e di spessore notevole, così da poter essere il vero fulcro d’attenzione dell’intera camera da letto; una stanza arredata in stile minimal avrà invece bisogno di poche linee ma significative anche riguardo la conformazione del letto, che deve avere delle linee dritte e non eccessivamente barocche.
Altro punto da riconoscere è la qualità del ferro battuto: devono essere presenti, al momento dell’acquisto, tutte le certificazioni che attestino realmente di che tipo di materiale si tratta e dove è avvenuta la lavorazione perché fosse assemblato, così da avere la certezza di un prodotto costruito con materiali qualitativamente importanti, al pari del budget che si intende spendere. Per queste ragioni si avranno quindi costi differenti fra la grande distribuzione, che produce letti in blocco, e l’artigiano locale che può personalizzare linee e materiali.
I letti in ferro battuto solitamente hanno dei piedi di alte dimensioni, come tutti i letti europei in cui siamo abituati a sostare, e questo rende piuttosto semplice le operazioni di pulizia sotto il letto che sono piuttosto importanti per mantenere la casa in ordine. Nel caso in cui si preferisca uno stile orientale, cioè con dei piedi più bassi ed un disegno proporzionato, occorre necessariamente rivolgersi a coloro che si occupano delle lavorazioni su misura.

Leggi anche tutte le camere da letto efficaci per il tuo arredo di casa: https://www.arredamentipignataro.it/camere-da-letto.html

Colorazioni dei letti in ferro battuto: un punto fondamentale

Il colore per eccellenza è il nero, ma sono anche riscontrabili sul mercato tonalità che giocano con il marrone bruciato. All’occorrenza vi sono prodotti sorprendenti che variano dal rosso, al verde, al blu. Naturalmente sono consigliabili colori uniformi e dal forte impatto cromatico proprio per la robustezza dei materiali, oltre che per ottenere uno stile compatto e poco dispersivo. Difficile, ma non impossibile, è pensare ad un letto in ferro battuto dai colori pastello, perché dovrebbe essere davvero ben studiato nelle sue linee tondeggianti e non troppo vistose. Anche il bianco sta assumendo un ruolo sempre più dominante nello stile d’arredo moderno: una casa shabby chic con un armadio quasi barocco, vuole un letto dalla struttura estetica proporzionatamente straordinario.
Per uno stile unico e ponderato il colore può essere un’arma a doppio taglio: vanno quindi prese in considerazioni tutte quelle variabili che meglio riassumono il carattere della camera da letto come il colore delle tende, quello delle mensole, quello delle pitturazioni delle pareti, delle rifiniture dell’armadio e la luminosità che una finestra posta in quella camera apporta. Nel caso in cui ci si trovi un po’ confusi dalle informazioni di cui tener conto, si può optare per il nero che con la sua oscura eleganza fa la sua bella figura in tutti gli ambienti: col nero, infatti, non si sbaglia mai.

Post precedente: Post successivo:
x

Su questo sito si utilizzano cookie per migliorare i servizi e l'esperienza dei visitatori. Proseguendo con la navigazione accetti l'impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy. Scoprine di più qui

Acquista il tuo arredamento online.